Lavoro quotidiano, quali nuove abitudini?

Come sta cambiando il modo di lavorare in questa fase di ripresa, ma con ancora la pandemia in corso? Ciascun ambito professionale risponde in maniera più o meno creativa a questa formula mista tra home working e in ufficio. Chi anche subendola, perché il distanziamento fisico non corrisponde ai normali processi di produzione e di relazione tra le persone. Tuttavia, l'accelerata tecnologica e digitale che il confinamento domestico ha imposto apre la possibilità a nuove sperimentazioni progettuali. Chiediamo a professionisti di diversi ambiti dell'arte e del design quali scenari lavorativi stanno vivendo e che cosa intravedono nel prossimo futuro.

I Beatrice Galilee,
Curatrice e critica design,
executive director The World Around

Il mio lavoro non è così cambiato, tranne gli incontri lavorativi attraverso video call, più efficienti. Credo che in futuro i meeting in persona diventeranno davvero “premium”, selezionati. La frequentazione del vicinato ha invece trovato una nuova forza, incentivando le relazioni, anche lavorative, e la volontà della comunità di supportare le attività di quartiere, percependo lo spazio pubblico come un'estensione della propria casa. Nella produzione di eventi culturali, credo che si implementerà il modello misto: una piccola percentuale di persone in presenza, fondamentale per avere il feedback qualitativo, insieme alla programmazione online per raggiungere un pubblico più vasto.

Photo Credit: Lynton Pepper

 

II Alberto Lievore,
Architetto e cofounder
Lievore + Altherr Désile Park

Nel lavoro di architetto, il faccia a faccia è essenziale perché valutiamo e correggiamo costantemente modelli e prototipi su scala reale; ciò che la presenza tra le persone trasmette è impossibile rifletterla sullo schermo. Non credo in un futuro digitale assoluto. La qualità e la velocità del faccia a faccia supera la telematica in un rapporto di 3:1. Inoltre, lavorare da casa rende la nostra attività lavorativa molto più lunga nel tempo. Non dubito dei vantaggi delle nuove tecnologie come strumento, ma non come mandato..

 

III Jessica-Christin Hametner,
Direttrice OnOffice

Il cambiamento più grande che ho visto è il senso di apertura al cambiamento: uno spirito di innovazione nella comunità creativa. Le accelerazioni portate dal digitale sono state continuative. OnOffice è diventata una rivista anche online, consentendoci di entrare in contatto con più lettori in tutto il mondo. E se prima il lavoro da casa implicava un certo stigma, oggi è diventato un'opportunità che porta freschezza e trasformazione alle strutture e spazi di lavoro tradizionali. Spero che alcuni di questi cambiamenti possano diventare la nuova norma attesa da tempo.

 

IV Lorenzo Palmeri,
Designer e musicista

Nella musica il lockdown ha accelerato processi già in atto: progetti professionali di gruppo, a distanza e con strumenti tecnologici domestici. È cambiato anche l'atteggiamento: più dialogo reciproco sin dalla fase compositiva, con una condivisione più fluida dei processi creativi. Ci siamo riavvicinati a interessi e idee in standby, con una diversa mente progettuale. E con la sensazione che tutto del recente passato sia fermo e vetusto: un'ottima occasione per cercare linguaggi e oggetti più adeguati alla realtà.

V Davide Dato,
Etoile Opera di Vienna

Davide Dato, © Matoni

Il contatto fisico è imprescindibile nella danza, dalla fase di prove alla produzione teatrale, alla performance in teatro. Alla Scala di Milano stanno creando uno spettacolo in cui l'orchestra è a distanza e i danzatori ballano mantenendo le distanze. La sperimentazione tecnologia può aprire nuove strade nella danza classica. Tuttavia per me non è una direzione realistica: non si può prescindere dal contatto fisico e dall'interazione reciproca tra i danzatori, perché è passaggio vitale di energia.

Photo Credit: Copyright Matoni

 
Rimaniamo
in Contatto
Per te informazioni su prodotti,
eventi, storie e altre novità.

Lasciati ispirare dalla nuova app Arper

Scarica l’app Arper sul tuo tablet, e comincia a esplorare il nostro mondo in un modo completamente nuovo!

Per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile nel nostro sito Web utilizziamo cookie, anche di terza parte. Continuando la navigazione dichiari di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini d’uso espressi. Per saperne di più e per modificare le tue preferenze consulta la nostra Informativa Privacy