Soft(er)
Spaces

Le nostre vite sono spesso costrette dall’urgenza del tutto-e-subito. Desideriamo una quotidianità che si dipani senza intoppi, e alle nostre condizioni. Al tempo stesso, mai come ora il saperci connessi agli altri ci appare una necessità ineludibile. In tutto questo, casa e ufficio continuano a ibridarsi fra loro.

Rispondiamo a questo bisogno volgendoci a persone, luoghi e oggetti capaci di farci sentire in equilibrio, e ispirati al contempo. Sappiamo che la qualità degli spazi che abitiamo ha influenza su tutto: sulla salute e sul nostro essere produttivi, sulla creatività e sulla collaborazione.

© Iris Humm; © Marco Covi

Avevamo in mente questo, quando ci siamo confrontati con alcuni leader del mondo del business, dell’educazione, della cultura, su un tema molto specifico: progettare spazi più “morbidi”, accoglienti, che mettano finalmente l’uomo al centro. Sono gli spazi flessibili, che riescono a soddisfare i nostri bisogni quasi per intuito. Materiali e forme che ci fanno stare bene. Un comfort che è fisico e al tempo stesso mentale. Le configurazioni intelligenti, capaci di stimolare i sensi. E tutti quegli ambienti che favoriscono l’incontro e il trovarci assieme, sentendoci a nostro agio.

Questo approccio più “soft” al vivere, studiare e lavorare ha informato ogni nostro agire, in Arper, fin dagli inizi. Desideriamo migliorare le relazioni – fra le persone e con gli spazi – attraverso l’uso consapevole delle forme, dei materiali e dei colori. Le nostre famiglie di prodotti rispecchiano valori che parlano all’essenza dell’uomo: connessione, crescita, attenzione per il singolo, sensibilità. Tutte idee che convergono in una convinzione condivisa: quella che riconosce agli ambienti “soft” il potere di trasformare in modo significativo le nostre vite.

IPhilip Iosca, Education First

Credits

 

"Gli spazi comuni sono pensati per essere soft. Per essere accoglienti. Le sedie devono essere confortevoli. Testiamo ogni sedia di ogni nostro progetto per essere certi del comfort."

© DePasquale+Maffini

"L’idea di come dev’essere l’ambiente di lavoro ideale sta cambiando: ora pretendiamo dagli spazi pubblici le stesse cose che pretendiamo da quelli privati. C’è bisogno di un approccio più soft, di un design più rispettoso e accogliente."

© DePasquale+Maffini

"Più siamo connessi e più sentiamo il desiderio di scollegarci: di essere non di fronte a uno schermo, ma ispirati dalla natura e dal contatto umano. Gli ambienti soft giocheranno un ruolo fondamentale nel nostro modo di comunicare, lavorare, educare – qualcosa di ibrido fra un’aula, un ufficio e una casa."

IIFabienne O’Neill, Cuckooz Nest

Credits

 

"Dove lo spazio può incoraggiare la produttività attraverso il design: è proprio lì che si crea lo spazio di lavoro del futuro."

© Billy Bolton

"Il design ha alzato il livello di ciò che siamo e di come veniamo percepiti, perché credo che quando le persone pensano alle scuole dell’infanzia non le associano al design."

© Billy Bolton

"Penso che i servizi per l’infanzia e il portare l'elemento umano della vita familiare al centro degli sviluppi futuri sia davvero la chiave per raggiungere il massimo equilibrio tra vita lavorativa e vita privata per le generazioni a venire."

IIIWeiss/Manfredi, Cornell University College of Veterinary Medicine

Credits

 

"La questione che si pone rispetto a un imponente edificio istituzionale è come farlo percepire intimo e non anonimo. Ed è per questo che abbiamo inserito questo bellissimo soffitto in legno, un tappeto personalizzato, l’arredamento dai colori brillanti e i bordi verdi dei divanetti - tutti oggetti che danno una piacevole sensazione tattile. Tutti elementi caldi, visto che le considerevoli dimensioni dello spazio sono invase dalla luce come in un giardino."

© Albert Vecerka /Esto

"Passiamo sempre da spazi luminosi a colori e spazi più neutri, da un'illuminazione intensa a una più smorzata e leggera."

© Albert Vecerka /Esto

"In qualunque cosa facciamo, che si tratti della selezione di mobili o della creazione di un lucernario, c’è una porzione di inevitabilità che lo rende in un certo modo senza tempo."

IVBrian Tolman, Convene

Credits

 

"Siamo particolarmente concentrati su consapevolezza e intenzionalità, sul far sì che gli spazi rispondano al modo in cui un utente potrebbe volerci lavorare."

© Bilyana Dimitrova

"Cerchiamo di creare un equilibrio tra la nostra filosofia di design e la creazione di spazi che, a fine giornata, facciano sentire le persone comode, in un posto accogliente, e libere, proprio come a casa loro."

© Bilyana Dimitrova

"C'è una differenza tra incontro e riunione: puoi incontrare persone ovunque, noi invece vogliamo creare spazi in cui le persone si riuniscano davvero, e assicurarci che chi si incontra faccia davvero un salto di qualità grazie all'esperienza nei nostri spazi, e che tali spazi permettano loro di esprimersi al meglio."

VKaren Wong, New Museum

Credits

 

"Cosa rende funzionale uno spazio? Una caratteristica importante, per me, è la flessibilità. In sostanza, vogliamo poter intervenire nello spazio come se fosse un kit di elementi componibili. Questo ci permette di essere molto più creativi."

© Dean Kaufman

"In un ambiente di lavoro l’arredo è fondamentale. Hai la tua scrivania, ma spesso ti viene voglia di cambiare percezione o prospettiva, e anche solo poter trasformare la sedia in sgabello crea una dinamica diversa, molto più informale."

© Mark Mahaney

"L’arredo permette di declinare queste due diverse concezioni di formale e informale, la differenza tra un modo di lavorare puntuale e un approccio un po’ più rilassato."

VILC Architects, Cosmote TV

Credits

 

"Crediamo che il design, dalla macro alla micro scala, abbia il potere di cambiare i nostri comportamenti, i nostri stili di vita, il modo in cui comunichiamo e interagiamo."

© Courtesy of LIANOU CHALVATZIS ARCHITECTS (LC Architects)

"Architettura e progettazione si adattano alle esigenze attuali e le soddisfano, ma cercano anche di creare un design a prova di futuro."

© Courtesy of LIANOU CHALVATZIS ARCHITECTS (LC Architects)

"Attraverso la progettazione possiamo rinegoziare ciò che è un ambiente di lavoro contemporaneo e crediamo che il design puro, la semplicità, l'eleganza possano portare ricchezza e immaginare l'ambiente di lavoro di oggi e del futuro."

VIIDiller Scofidio + Renfro, Roy and Diana Vagelos Education Center

Credits

 

"Il modo di insegnare e apprendere è diventato molto più informale. Molto più incline alla serendipità. Ci s’intrattiene a parlare con i compagni sulle scale, o in una lounge, o in caffetteria: e anche quelli sono momenti formativi."

© Iwan Baan

"Essere flessibili significa possedere varietà nella specificità. Gli spazi flessibili sono dotati di unicità, carattere e qualità. Di qualunque cosa tu possa aver bisogno, devi trovare uno spazio capace di assecondare i tuoi bisogni."

© Nic Lehoux; © Iwan Baan

"La nostra vita accade in una grande varietà di spazi e noi desideriamo portare questa varietà – di spazi e di esperienze – all’interno dei nostri progetti. Spazi che ti accolgono e ti fanno sentire a tuo agio, gli spazi soft, silenziosi e con una bella luce."

VIIIWeiss/Manfredi, Tata Innovation Center

Credits

 

"Le persone che si occupano di innovazione sono esseri umani: vogliono interagire tra loro, avere un posto confortevole in cui poter lavorare, vogliono luce naturale."

© Iwan Baan, Courtesy of Weiss/Manfredi

"Per molti versi l'innovazione avviene in luoghi inaspettati, ma deve esserci un senso di specificità diretta sulla funzionalità dei singoli spazi. Quando crei spazi per l'innovazione, è necessario differenziare gli uni dagli altri per far sì che vi accada qualcosa di magico."

© Albert Vecerka/Esto

"Se le persone lavorano in uno spazio interessante il lavoro si genererà da sé, se invece si trovano in uno spazio molto banale, neutro, completamente anonimo, allo stesso modo, il lavoro rifletterà quel livello di neutralità."

Per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile nel nostro sito Web utilizziamo cookie, anche di terza parte. Continuando la navigazione dichiari di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini d’uso espressi. Per saperne di più e per modificare le tue preferenze consulta la nostra Informativa Privacy