Arredi per la formazione d’eccellenza

Humanitas University Campus, © Andrea Martiradonna© Andrea Martiradonna

Sorge alle porte di Milano, ma è immerso nella quiete della natura, uno dei poli internazionali di eccellenza nella formazione per la cura e il benessere delle persone. È il nuovo Campus Humanitas University, che fa capo alla facoltà internazionale di Medicina e Chirurgia, Infermieristica e Fisioterapia, presso l'Humanitas Research Hospital, progettato dall’Architetto Filippo Taidelli dello studio FTA.

Humanitas University Campus, © Andrea Martiradonna© Andrea Martiradonna

Il campus si articola in 3 nuovi edifici e si estende su 25 mila mq. È progettato per ospitare 1.200 studenti provenienti da 31 Paesi, oltre a docenti e ricercatori. Tra i servizi, un Simulation Lab di 2.000 metri quadrati tra i più tecnologici e grandi d’Europa, aule high-tech, biblioteca digitale e residence.
Il complesso sorge a pochi passi dai laboratori di Ricerca e dall’ospedale, parte integrante del campus, luogo di formazione per futuri medici, infermieri e fisioterapisti.

Sono le potenzialità della condivisione ad aver ispirato le scelte progettuali del campus, studiato, nelle scelte architettoniche e di arredo, per creare e favorire le occasioni di incontro e di contaminazione tra persone e competenze diverse. E così potrà accadere che Premi Nobel, luminari della Scienza, docenti, ricercatori, visitatori e giovani allievi si trovino a mangiare agli stessi tavoli, lavorare in team, sorseggiare insieme un caffè, leggere in biblioteca o soffermarsi in tutti quegli spazi informali dove si scambiano esperienze.

Humanitas University Campus, © Andrea Martiradonna© Andrea Martiradonna

L’architettura è semplice ed essenziale per favorire la funzionalità degli spazi e la dissolvenza dei confini tra il polo didattico, quello di ricerca e l’hub polifunzionale: posizionati in una sorta di “triangolo della conoscenza” che parte dall’aspetto clinico per finire, attraverso la Didattica, al laboratorio, alla base della mission di Humanitas.

Il progetto comprende tre volumi: l’edificio polifunzionale con mensa, biblioteca e funzioni comuni; il polo della didattica con aule, uffici ed il Simulation Center; i laboratori di ricerca che si organizzano intorno a una piazza aperta su una corte interna verde.
Il cuore dell’edificio principale è rappresentato da un grande patio coperto da una struttura frangisole che favorisce il passaggio di luce e aria naturale. La corte amplifica come un caleidoscopio la dinamicità delle attività che vi si affacciano e le collega visivamente, attraverso ampie vetrate che si aprono sullo spazio verde circostante.

Il campus si colloca in una posizione baricentrica rispetto al masterplan generale, consentendo ampia flessibilità alle future espansioni e garantendo un collegamento fisico e visivo immediato con l’ospedale esistente.

Humanitas University Campus, © Andrea Martiradonna© Andrea Martiradonna

Il progetto prevede di dare ulteriore spazio al verde, attraverso un ampliamento del parco tra i nuovi edifici, dove verrà favorita la crescita di specie autoctone e verrà incrementato e valorizzato il verde spontaneo, concepito come tessuto connettivo, per collegare armoniosamente il campus al resto del complesso ospedaliero.
Il campus esprime attenzione all’ambiente non solo nell’integrarlo nel progetto, ma anche attraverso l’implementazione di principi di sostenibilità a 360°, attraverso scelte che hanno consentito una rilevante diminuzione dei consumi energetici e un notevole incremento del comfort per gli utenti.

Humanitas University Campus, © Andrea Martiradonna© Andrea Martiradonna

L’orientamento degli edifici e la loro forma, con volumi degradanti verso sud, sono pensati per favorire l’apporto solare estivo e ridurre le dispersioni invernali dell’involucro, mentre le corti interne vetrate garantiscono il massimo apporto di luce naturale e di continuità tra interno ed esterno, limitando al massimo l’uso della corrente elettrica per l’illuminazione. Gli spazi sono stati concepiti secondo i più moderni standard in termini di tecnologia e comfort ambientale. Strategie climatiche coadiuvate con sistemi attivi, come pompe di calore ad acqua di falda, riscaldamento a pannelli radianti a bassa temperatura e installazione di pannelli fotovoltaici in copertura ha consentito l’ottenimento della classe energetica CENED A3.

Humanitas University Campus, © Andrea Martiradonna© Andrea Martiradonna

Flessibilità funzionale ed estetica, essenzialità e calore sono i principi che hanno guidato anche la scelta degli arredi per gli spazi condivisi, per i quali sono state selezionate le sedute Catifa 46, i divani Loop, i pouff Pix, le poltroncine Duna 02. “Definiscono lo spazio, senza sovrastarlo – commenta l’architetto Filippo Taidelli – studio FTA.

Humanitas University Campus, © Andrea Martiradonna© Andrea Martiradonna

“Definiscono lo spazio, senza sovrastarlo – commenta l’architetto Filippo Taidelli – studio FTA. I prodotti Arper che abbiamo scelto sono in qualche modo affini agli al concept degli spazi che occupano, ne facilitano il compito. Negli spazi di attesa e di condivisione, invitano le persone a dialogare e a condividere, grazie ad un timbro stilistico informale e conviviale.

Dalle nostre esperienze di progettazione, abbiamo imparato che i momenti di scambio informale sono i più produttivi e i più formativi. In queste occasioni le idee sono più libere di fluire, le tensioni gerarchiche si allentano, le relazioni diventano più trasversali. Questo è particolarmente significativo per il progetto Humanitas, in cui umanità ed empatia sono skills fondamentali da sviluppare nella fase di formazione del personale. Per questi spazi abbiamo quindi scelto arredi che favoriscono le dinamiche interpersonali, che stimolano una gestualità naturale e priva di barriere, e che esaltano allo stesso tempo l’eleganza e l’essenzialità del progetto architettonico.”

Rimaniamo
in Contatto
Per te informazioni su prodotti,
eventi, storie e altre novità.

Lasciati ispirare dalla nuova app Arper

Scarica l’app Arper sul tuo tablet, e comincia a esplorare il nostro mondo in un modo completamente nuovo!

Per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile nel nostro sito Web utilizziamo cookie, anche di terza parte. Continuando la navigazione dichiari di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini d’uso espressi. Per saperne di più e per modificare le tue preferenze consulta la nostra Informativa Privacy