Arper si espande negli USA

© Bryan Regan

Arper avvia la produzione in North Carolina, nella città di High Point, che vanta una lunga tradizione manifatturiera. Un investimento strategico che Arper sostiene negli Stati Uniti sia in termini produttivi sia di manodopera, grazie al quale l’azienda potrà ridurre i tempi di evasione degli ordini ed incrementare i servizi offerti alla propria clientela americana - il mercato in più rapida crescita al mondo per Arper.

© Bryan Regan

Dagli albori come attività artigianale per la lavorazione del cuoio, Arper è diventata nel corso degli ultimi trent’anni un’azienda internazionale con sede in Italia, a Treviso, e 12 showroom nelle principali capitali mondiali del design.

© Bryan Regan

La sede di High Point è il primo stabilimento produttivo Arper oltre a quello di Treviso: con i suoi 100.200 piedi quadrati (pari a 9.308,88 metri quadrati), copre ora una superficie quasi tripla rispetto allo stabilimento originale. Questo investimento, che ammonta a più di 3 milioni di dollari, consentirà ad Arper di operare come azienda americana con maggiore efficienza in termini di produzione e distribuzione in tutto il territorio USA, riducendo al contempo l’impatto ambientale dell’azienda in termini di emissioni di CO2.

© Bryan Regan

Dal punto di vista logistico, la sede di High Point offrirà all’azienda un vantaggio nella gestione efficiente delle consegne di componenti e materiali in arrivo dall’Italia. Inoltre, la location assicura un posizionamento nevralgico per la distribuzione dei prodotti Arper nei principali mercati del territorio americano, tra cui New York e Los Angeles, dove Arper ha inaugurato un nuovo showroom nel settembre del 2018.

© Bryan Regan

Grazie alla vicinanza tra sede produttiva e di distribuzione, Arper sarà in grado di ridurre le giacenze in magazzino ed accelerare la tempistica di evasione degli ordini, rispondendo così alle aspettative in costante evoluzione dei clienti, particolarmente nell’era dell’e-commerce e del “fast furniture”.

 

© Bryan Regan

"Riteniamo che l’America abbia un enorme potenziale: per quanto concerne il design, rappresenta uno dei principali mercati di riferimento e con il maggior tasso di crescita al mondo”, ha dichiarato Claudio Feltrin, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Arper. “High Point è la sede ideale per realizzare i prodotti Arper in America: abbiamo infatti riscontrato nel personale in loco un elevato potenziale in termini di competenze e professionalità.”

© Tessa Neusdat

Vantando già una storia di lunga data nel settore del mobile, High Point offre una manodopera altamente specializzata ed una tradizione artigianale tramandata di generazione in generazione, perfettamente in sintonia con i valori Arper per quanto riguarda il design e l’approccio incentrato sulla persona. La sede si presta a diversi impieghi produttivi, con un’attenzione particolare al settore tappezzeria e rivestimenti, avvalendosi della manodopera e dell’artigianalità presenti in loco. L’obiettivo di Arper per i prossimi anni è di realizzare direttamente negli Stati Uniti la produzione di tutti gli ordini ricevuti dal mercato americano per mobili imbottiti e tappezzati.

Per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile nel nostro sito Web utilizziamo cookie, anche di terza parte. Continuando la navigazione dichiari di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini d’uso espressi. Per saperne di più e per modificare le tue preferenze consulta la nostra Informativa Privacy